fbpx

Il protocollo IoT unificato Matter e altre novità dal Google I/O 2021

Meteca Smart Home New Protocol

Oggi, sul blog di Meteca, parliamo di novità riguardanti i protocolli di comunicazione per le tecnologie del settore Smart Home e del Google I/O 2021.

Nel 2019 è nata un’alleanza per la Smart Home portata avanti dai grandi colossi del settore, tra cui Google, Amazon e Apple. Obiettivo: permettere a tutti i dispositivi Smart Home, dai Nest agli Echo, di viaggiare su un unico standard di comunicazione IoT.

In questo modo il consumatore non sarà più costretto a preoccuparsi della compatibilità dei prodotti che acquista. Il logo del protocollo IoT unificato Matter, costituito da tre frecce che puntano verso il centro, rappresenta proprio questo: unificazione, convergenza e collaborazione.

Il protocollo è stato annunciato a fine 2019 e vede partecipare oltre 170 grandi marchi, tra cui IKEA, Samsung SmartThings e Signify (Philips Hue): è royalty free e si basa su tre protocolli di comunicazione wireless:

  • Bluetooth per la configurazione iniziale
  • Wi-Fi per trasmissione dati ad alta velocità (streaming di una videocamera o un videocitofono, per esempio)
  • Thread, di recente concezione, che crea reti mesh a basso consumo

Questa e tante altre novità sono state comunicate durante il Google I/O 2021, evento che dura diversi giorni ed in cui si susseguono molteplici presentazioni e sessioni. 

Ti raccontiamo i dettagli più interessanti grazie al supporto di un articolo pubblicato sul sito specializzato hdblog.it.

L’integrazione del protocollo IoT unificato Matter è stato uno degli argomenti più “caldi” e che ha suscitato maggior interesse. Infatti Google ha rivelato che i prodotti Nest già esistenti e lo stesso Android saranno presto integrati con Matter.

Google Home si appresta così a diventare la “regina” della casa, e con questa unica app si potrà controllare tutta la domotica. Addirittura dispositivi come Nest Hub e Hub Max saranno in grado di configurare in maniera indipendente e aggiungere ad Home eventuali nuovi accessori compatibili con Matter.

La domotica sta molto a cuore a Google, che ormai è totalmente proiettata verso un concetto di abitare sempre più smart. L’azienda ha infatti creato un portale web attraverso il quale i clienti possono acquistare i vari dispositivi compatibili con l’ecosistema works with Hey Google. Così facendo, sarà più semplice per i consumatori scegliere i prodotti più adatti alla propria casa. Creare il proprio ecosistema domestico sarà veloce e intuitivo. Gli utenti potranno, inoltre, essere guidati con suggerimenti e prodotti consigliati dal sito stesso: così facendo, si stimola nel cliente l’orientamento allo shopping.

Parliamo ora di Android, ed in particolare di Android 12, l’ultimissima versione arrivata in casa Google. Google Assistant sarà sempre più integrato in Android, e aiuterà molto l’utente grazie a delle nuove scorciatoie chiamate Suggestion Chips.

Ultima news, ma non di certo in ordine di importanza, è la decisione di Google di utilizzare un nuovo font, Google Sans Text, anche per le applicazioni – e non più solo per il logo e gli slogan dell’azienda.

Per saperne di più e per contattare il team Meteca, non esitare a scriverci.